Convegno “2003-2023: La Convenzione di Merida compie vent’anni”

Il 16 e 17 febbraio 2023 a Pisa, presso il Palazzo della Sapienza (Aula Magna Storica) si terranno due giornate di studio e confronto dal titolo “2003-2023: La Convenzione di Merida compie vent’anni”, disponibili anche in diretta streaming (live on demand youtube.com/@mastrerapc7932)

Qui è possibile scaricare il programma dell’iniziativa.

Il convegno ha l’obiettivo di porre in dialogo sguardi diversi sul medesimo oggetto di studio, con l’auspicio di un reciproco arricchimento per coloro che si
occupano di corruzione da un punto di vista istituzio nale, accademico, civico e culturale.

È possibile partecipare all’incontro, fino ad esaurimento posti. Per accedere all’Aula è necessario iscriversi attraverso la mail masterapc@sp.unipi.it
L’iniziativa si colloca all’interno del progetto “Conoscenza e azioni, contro le mafie e la corruzione” (finanziato dal Ministero dell’Università e della Ricerca nell’ambito del Fondo Cultura della Legalità) e in dialogo con il Prin Politicanti – The Politicisation of Corruption and Anticorruption strategies in Italy (Università di Pisa, Cattolica del Sacro Cuore, Roma La Sapienza e Perugia) e il Master in Analisi, prevenzione e contrasto della criminalità organizzata e della corruzione (Università di Pisa, Torino, Napoli e Palermo, con l’associazione Libera).

Giovedi 16 febbraio 2023
Ore 10.00 Saluti
Riccardo Zucchi Magnifico Rettore dell’Università di Pisa
Carmelo Calabrò Direttore del Dipartimento
Ore 10.30 Introduzione
La convenzione di Merida vent’anni dopo. Il cambiamento di scenario nel contrasto e nella prevenzione alla corruzione
Alberto Vannucci Università di Pisa, direttore Master APC
Ore 11.00 Tavola Rotonda
Il contrasto istituzionale e i legami tra la criminalità organizzate e la corruzione
Antonino Buda Capo del I Reparto Direzione Investigativa Antimafia
Giuseppe Busia Presidente dell’Autorità Nazionale Anticorruzione
Mirella Dummar Frahi Chief of Civil Society Unit at the United Nations Office on Drugs and Crime (UNODC)
Mathias Huter Managing Director at UNCAC Coalition
Q&A
Ore 13.30 Pausa Pranzo
Ore 14.30 Primo Panel
La cultura della trasparenza e il principio di accountability nell’era digitale.
Keynote speaker
Alina Mungiu-Pippidi Hertie School of Governance
Pausa Caffè
Spazio per la presentazione di paper da parte dei ricercatori
Marco Antonelli Scuola Normale Superiore
Leonardo Alaimo Università La Sapienza – Roma
Q&A
Discussant e moderazione
Salvatore Sberna Università di Pisa

Venerdi 17 febbraio 2023
Ore 9.30 Secondo Panel
Il ruolo della comunicazione nel racconto della corruzione
Keynote speakers
Paolo Mancini, Rita Marchetti e Marco Mazzoni Università di Perugia
Spazio per la presentazione di paper da parte dei ricercatori
Giuseppina Bonerba Università di Perugia
Federico Mincigrucci, Susanna Pagiotti, Anna Stanziano Università di Perugia
Ruggiero Clemenza Università Statale di Milano
Discussant e moderazione
Mario Portanova caporedattore del mensile FQ Millenium
Q&A
Ore 13.00 Pausa Pranzo
Ore 14.00 Terzo Panel
Il ruolo della cittadinanza e dei movimenti sociali nel contrasto alla corruzione
Keynote speaker
Alice Mattoni Università di Bologna
Spazio per la presentazione di paper da parte dei ricercatori
Thomas Aureliani Università Statale di Milano
Federico Esposito Università di Torino
Francesco Merenda Università di Perugia
Francesca Rispoli Università di Pisa
Discussant e moderazione
Leonardo Ferrante Gruppo Abele
Ore 17.30 Saluti conclusivi
Alberto Vannucci Università di Pisa

Si conclude il progetto europeo You Monitor: uno strumento in più per fare empowerment di giovani e monitorare il bene comune in chiave anticorruzione

2 anni di progetto, 3 paesi europei coinvolti, 6 realtà associative e 1 università, 5 incontri in presenza e tantissime ore di lavoro online: numeri che oggi hanno portato alla realizzazione del “You Monitor Toolkit”, un’innovativa guida sui temi dell’anticorruzione e del monitoraggio civico a disposizione di tutti e tutte.

Il progetto “YOU Monitor – Empowering YOUth to build MONITORial communities against corruption!, di cui l’Università di Pisa è stata partner scientifico fin dall’inizio, si è posto infatti l’obiettivo di coinvolgere e responsabilizzare i giovani nella lotta civica contro la corruzione a livello europeo, sviluppando un metodo educativo innovativo, trasversale e basato sull’utilizzo di metodologie di educazione non formale.

L’impatto negativo della corruzione sulle nostre democrazie, società ed economie è ampiamente riconosciuto in tutto il mondo e l’educazione gioca un ruolo fondamentale nella prevenzione e nel contrasto della corruzione, favorendo l’interiorizzazione dei valori di integrità e la costruzione di resistenza collettiva al malaffare, agli abusi di potere e agli interessi illeciti e privati che danneggiano il bene comune e indeboliscono la fruizione dei diritti umani. Tuttavia, comprendere come affrontare questi temi con i/le giovani non è facile.

Questo toolkit, da oggi disponibile gratuitamente sia in formato cartaceo che digitale e tradotto in quattro lingue (inglese, francese, tedesco e italiano), vuole quindi fornire ai/alle cosiddetti/e youth worker, chi ha un qualsivoglia ruolo educativo, quelle conoscenze, abilità e confidenza che consentano di restituire potere di cambiamento in chiave anticorruzione ai/lle giovani.

L’orizzonte di senso entro il quale si pone questa guida è infatti quello della “Monitory Democracy” (Keane, J., 2009. Life and death of democratic. London: Simon & Schuster), Ovvero, una democrazia basata su un sistema diffuso di controllo del potere, originato dal basso e partecipativo, ottenuto attraverso la creazione di comunità monitoranti di giovani in tutta Europa. Dare vita a una futura generazione di cittadini/e monitoranti che pongano i valori di integrità e difesa del bene comune al centro della loro vita privata e pubblica è il miglior antidoto contro corruzione e dinamiche di opacità.

Questo toolkit è il risultato di un progetto internazionale co-finanziato dalla Commissione Europea (programma ERASMUS+) e che ha coinvolto le seguenti organizzazioni:

La versione completa di You Monitor Toolkit può essere scaricata in formato PDF ed è disponibile sia in ITALIANO che in INGLESE

Youmonitor Toolkit_versione italiana


Youmonitor Toolkit_english version

Per saperne di più leggi anche qui: https://www.libera.it/schede-1532-you_monitor_un_progetto_innovativo_per_imparare_a_monitorare_il_bene_comune

Call for paper – 2003-2023: la Convenzione di Merida compie vent’anni

Anche quest’anno il Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università di Pisa organizza un seminario di due giorni sul tema della corruzione, il 16 e 17 febbraio 2023, per dare il via alla XIII edizione del Master in Analisi, prevenzione e contrasto della criminalità organizzata e della corruzione.

Il seminario prende le mosse dal ventennale della stipula della Convenzione Onu contro la Corruzione (UNCAC), siglata a Merida, in Messico, nel 2003.
Quest’anno è previsto uno spazio specifico per i dottorandi e i dottori di ricerca, che potranno presentare i propri lavori rispondendo alla call for paper entro il 31/12/2022.
I paper potranno essere presentati sia in italiano, sia in inglese e si valuterà la possibilità di realizzare una pubblicazione successiva al Convegno.
Per i partecipanti selezionati saranno coperti i costi di alloggio (2 notti) e vitto.

L’iniziativa si colloca all’interno del progetto “Conoscenza e azioni, contro le mafie e la corruzione” (finanziato dal Ministero dell’Università e della Ricerca nell’ambito del Fondo Cultura della Legalità) e in dialogo con il Prin Politicanti – The Politicisation of Corruption and Anticorruption strategies in Italy (Università di Pisa, Cattolica del Sacro Cuore, Roma La Sapienza e Perugia) e il Master in Analisi, prevenzione e contrasto della criminalità organizzata e della corruzione (Università di Pisa, Torino, Napoli e Palermo, con l’associazione Libera).

Download call for paper

Pubblicato il volume “Punto e a capo. Storia ed evoluzione di mafia e antimafia in Liguria”

Punto e a capo. Storia ed evoluzione di mafia e antimafia in Liguria” è il titolo del volume curato da Marco Antonelli e Stefano Busi – con la prefazione di Don Luigi Ciotti, presidente di Libera –, pubblicato in collaborazione con l’Università di Genova e con Libera Liguria, ed edito dalla Genova University Press.

Grazie al contributo di magistrati, investigatori, studiosi, attivisti e giornalisti il libro ricostruisce settant’anni di storia ligure – una storia di mafia, ma anche di antimafia – fissando alcuni elementi utili per meglio comprendere la presenza delle criminalità organizzata e della corruzione nella regione. Il testo rappresenta un primo tentativo di affrontare questi temi in modo sistemico, inserendo le azioni dei singoli attori all’interno di più ampie dinamiche sociali, economiche e politiche che caratterizzano il territorio ligure.

L’evoluzione e il radicamento mafioso in Liguria, con le travagliate vicende processuali, così come gli interessi nel sistema logistico-portuale, nel sistema sanitario e nelle questioni ambientali sono solo alcuni dei temi analizzati nel volume. Accanto alle dinamiche criminali, però, vi è il tentativo di rappresentare anche la risposta delle Istituzioni e della società civile nel contrasto a questi fenomeni, guardando alle mobilitazioni e al tema dei beni confiscati.

Nel volume sono presenti i contributi di: Marco Lorenzo BaruzzoStefano BigliazziAnna CanepaMichele Di LecceSanto GrammaticoValentina LariAntonio LijoiMarco GrassoFrancesca RispoliSandro Sandulli.

Il libro è disponibile in versione cartacea e in formato ebook, quest’ultima scaricabile in open access dal sito della Genova University Press.

Seminario: “Il Fascismo tra passato e presente: una riflessione a cent’anni dalla marcia su Roma” – 28 novembre 2022

Lunedì 28 novembre, dalle 14.00 alle 15.30 presso l’aula B2 (Polo Piagge), nell’ambito del corso di Scienza politica del prof. Massimiliano Andretta, si terrà il seminario “Il Fascismo tra passato e presente: una riflessione a cent’anni dalla marcia su Roma“.

Sull’argomento ne parleranno lo storico Matteo Albanese (Università di Padova), autore del libro appena pubblicato con Routledge dal titolo Neofascism in Europe (1945-1989) e con Lorenzo Zamponi, sociologo della Scuola Normale, in qualità di redattore della rivista Jacobin- Italia che ha dedicato il suo ultimo numero alla marcia su Roma.

Locandina: Seminario

Neofascism in Europe (1945-1989), di Matteo Albanese
Partendo dall’analisi di documentazione inedita ed a stampa il libro ripercorre le caratteristiche centrali del neofascismo a livello transazionale. Quali sono i legami con il “fascismo storico” e quali aspetti di quel pensiero/azione sono stati tramandati oltre la fine del ‘900.? Questa è la domanda che ha mosso questa ricerca e che interroga non solo le comunità scientifiche ma le società occidentali.

Jacobin Italia – numero 16
Nel centenario della Marcia su Roma, il numero 16 di Jacobin Italia propone riflessioni sul significato del fascismo nella storia d’Italia, sulle continuità e discontinuità con il presente, sul rapporto tra fascismo, capitalismo, colonialismo, rapporti di genere, sulle dinamiche della memoria collettiva, su come e perché riemerge, oggi, una destra radicale.

Intervista al prof. Massimiliano Andretta su Il Tirreno

A questo link è possibile leggere l’intervista al prof. Massimiliano Andretta, direttore dell’OPI, pubblicata in data odierna su Il “Tirreno” all’interno dell’articolo “Il paroliere di Giorgia: il discorso della premier analizzato punto per punto” a firma di Melania Carnevali.

Nell’analisi del Direttore si afferma: «Discorso austero e senza grida salviniane Meloni ha cambiato registro, cercava la legittimazione della Camera».

https://www.iltirreno.it/toscana/2022/10/25/news/il-paroliere-di-giorgia-il-discorso-della-premier-analizzato-parola-per-parola-1.100120136

 

Presentazione del volume “Modelli di amministrazioni pubbliche”

Il giorno martedì 18 ottobre 2022 alle ore 16.00, nell’ambito del corso in Scienza dell’Amministrazione del Dipartimento di Scienze Politiche, è organizzata la presentazione del volume “Modelli di amministrazioni pubbliche” (Il Mulino, 2022) del prof. Andrea Lippi (Università di Firenze).

L’incontro, a cui parteciperà online l’autore, sarà coordinato dal prof. Alberto Vannucci (Università di Pisa), titolare del corso.

L’evento si svolgerà in modalità mista: in presenza presso l’Aula C2 del Polo Piagge e online nell’aula Teams (https://sp.unipi.it/c/221019-modelli-pa).

Qui è possibile scaricare la locandina dell’incontro.

 

 

Democrazia e forme della rappresentanza contemporanea: il ruolo e le funzioni dei partiti

L’Osservatorio su Politica e Istituzione e il Comitato Scienza Politica Toscana hanno organizzato una giornata di studi dal titolo “Democrazia e forme della rappresentanza contemporanea: il ruolo e le funzioni dei partiti”. L’appuntamento è previsto per il giorno giovedì 13 ottobre 2022 presso l’Aula A2 del Polo Piagge (Via Matteotti, Pisa).

Di seguito il programma dei lavori:

9.00:9.30 Saluti ufficiali
Carmelo Calabrò (Direttore del Dipartimento di Scienze Politiche)
Sorina C. Soare (Comitato Scienza Politica Toscana)
Alberto Vannucci (Osservatorio su Politica e Istituzioni)

09.30:10.15
Prima sessione: Identità e legittimazione: i partiti contemporanei
Anti-sistema o sistemici? L’estrema destra italiana – Giorgia Bulli (Università di Firenze)
Rappresentanti di chi? I partiti e la democrazia in tempi di crisi – Oreste Massari (Università di Roma La Sapienza)
Chair: Enrico Calossi (Università di Pisa)

10.15:11.00
Seconda sessione: Primum vivere: finanziamento della politica e sopravvivenza organizzativa
Online e offline: Il finanziamento privato dei partiti – Daniela R. Piccio (Università di Torino)
La fine della cornucopia? Il finanziamento pubblico in Europa – Piero Ignazi (Università di Bologna)
Chair: Eugenio Pizzimenti (Università di Pisa)

11.00:11.30 Coffee break

11.30:12.30
Tavola rotonda: La crisi infinita? I partiti e le forme della rappresentanza contemporanea
Giorgia Bulli (Università di Firenze), Piero Ignazi (Università di Bologna), Leonardo Morlino (LUISS), Oreste Massari (Università di Roma La Sapienza), Francesco Raniolo (Università della Calabria)
Moderatore: Massimilano Andretta (Università di Pisa)

12.30:13.15
Keynote speech: I partiti politici tra responsiveness e responsibility. Dal consenso al dissenso diffuso
Luciano Bardi (European University Institute):

13.30 Pranzo sociale

Online il Navigatore Politico 2022: quale partito politico è il TUO partito?

L’OPI in partnership con l’Istituto Universitario Europeo e il quotidiano QN mette a disposizione questo strumento che permette di verificare la propria vicinanza e lontananza dai programmi di parto presentati per le elezioni del 25 settembre a partire da alcune domande di opinione sui temi della campagna elettorale.

Quale partito politico è il TUO partito? Sei curioso di sapere quale dei partiti principali in competizione per le elezioni politiche Italiane del 2022 corrisponde meglio alle tue opinioni e preferenze politiche? Il Navigatore Politico 2022 ha la risposta…

Clicca sul pulsante qui sotto e scopri qual è!

https://euandi2019.eui.eu/survey/it/navigatorepolitico2022.html